ARTICOLI SULL'ARGOMENTO: ALLEANZA COOPERATIVE ITALIANE

PIU’ INVESTIMENTI PER UNA COOPERATIVA SU QUATTRO MA DOPO SEI ANNI DI CRISI L’OCCUPAZIONE FRENA

Un’impresa su sei prevede di espandere la propria attività durante l’anno appena iniziato. Una su quattro aumenterà gli investimenti, ma, dopo sei anni di crisi, i ritardi nei pagamenti e le difficoltà con il credito, in primis, pesano anche sulla cooperazione. E i contraccolpi temuti e annunciati fanno si che per la prima volta l’occupazione, cresciuta anche nei sei anni di crisi, conoscerà una flessione. Nelle previsioni per il 2014, sette cooperative su dieci prevedono di conservare i livelli occupazionali, due imprese su dieci prevedono di ridurli una su dieci ha in programma di aumentarli.

CONTINUA A LEGGERE >>


COALAC: AGRINSIEME MARCHE, GARANTIRE CONTINUITA’ AD AZIENDE FILIERA LATTE

Agrinsieme Marche, il coordinamento composto dall’Alleanza delle Cooperative Italiane, Cia, Copagri, Confagricoltura, è fortemente preoccupato per la situazione che si sta verificando attorno alla vicenda Coalac-Cooperlat. La difficoltà che attraversa il settore, anche in considerazione della prossima conclusione del regime delle quote-latte, impone di affrontare la situazione attivando ogni iniziativa utile per garantire prospettive di continuità e sostenibilità delle aziende dell’intera filiera.

CONTINUA A LEGGERE >>


COALAC: ACI MARCHE, DIETRO VICENDA AZIENDALE ATTACCO ALLA NOSTRA COOPERAZIONE

Stiamo assistendo sbigottiti alla strumentalizzazione del valore della cooperazione marchigiana e della sua forza economica e sociale rispetto a quella che è una vicenda di carattere aziendale, la Coalac-Cooperlat di Ascoli Piceno. Come organizzazioni cooperative delle Marche, Agci, Confcooperative e Legacoop, che presto confluiranno nel coordinamento marchigiano dell’Alleanza delle Cooperative Italiane, vediamo che, dietro questa vicenda, si nasconde, e neanche tanto in maniera celata, un attacco al nostro modo di fare cooperazione da parte di soggetti che si stanno reinventando all’interno del mondo cooperativo.

CONTINUA A LEGGERE >>


COALAC: ACI MARCHE, DIETRO VICENDA AZIENDALE ATTACCO ALLA NOSTRA COOPERAZIONE

Stiamo assistendo sbigottiti alla strumentalizzazione del valore della cooperazione marchigiana e della sua forza economica e sociale rispetto a quella che è una vicenda di carattere aziendale, la Coalac-Cooperlat di Ascoli Piceno. Come organizzazioni cooperative delle Marche, Agci, Confcooperative e Legacoop, che presto confluiranno nel coordinamento marchigiano dell’Alleanza delle Cooperative Italiane, vediamo che, dietro questa vicenda, si nasconde, e neanche tanto in maniera celata, un attacco al nostro modo di fare cooperazione da parte di soggetti che si stanno reinventando all’interno del mondo cooperativo.

CONTINUA A LEGGERE >>


PIU’ INVESTIMENTI PER UNA COOPERATIVA SU QUATTRO MA DOPO SEI ANNI DI CRISI L’OCCUPAZIONE FRENA

Un’impresa su sei prevede di espandere la propria attività durante l’anno appena iniziato. Una su quattro aumenterà gli investimenti, ma, dopo sei anni di crisi, i ritardi nei pagamenti e le difficoltà con il credito, in primis, pesano anche sulla cooperazione. E i contraccolpi temuti e annunciati fanno si che per la prima volta l’occupazione, cresciuta anche nei sei anni di crisi, conoscerà una flessione. Nelle previsioni per il 2014, sette cooperative su dieci prevedono di conservare i livelli occupazionali, due imprese su dieci prevedono di ridurli una su dieci ha in programma di aumentarli.

CONTINUA A LEGGERE >>


COALAC: ACI MARCHE, DIETRO VICENDA AZIENDALE ATTACCO ALLA NOSTRA COOPERAZIONE

Stiamo assistendo sbigottiti alla strumentalizzazione del valore della cooperazione marchigiana e della sua forza economica e sociale rispetto a quella che è una vicenda di carattere aziendale, la Coalac-Cooperlat di Ascoli Piceno. Come organizzazioni cooperative delle Marche, Agci, Confcooperative e Legacoop, che presto confluiranno nel coordinamento marchigiano dell’Alleanza delle Cooperative Italiane, vediamo che, dietro questa vicenda, si nasconde, e neanche tanto in maniera celata, un attacco al nostro modo di fare cooperazione da parte di soggetti che si stanno reinventando all’interno del mondo cooperativo.

CONTINUA A LEGGERE >>


8 MARZO: IL MESSAGGIO DELL’ALLEANZA PER LA FESTA DELLA DONNA

Gli organismi di parità dell'Alleanza delle Cooperative Italiane hanno continuato, nell'ultimo anno, il percorso di costruzione di comuni progetti per lo sviluppo dell'occupazione femminile, il miglioramento delle condizioni di lavoro delle socie e delle lavoratrici all'interno del sistema cooperativo e per la valorizzazione del potenziale femminile.

CONTINUA A LEGGERE >>


ITALIA PER LE IMPRESE: ANCONA, ROAD SHOW PER L’INTERNAZIONALIZZAZIONE

Le istituzioni pubbliche, le organizzazioni private delle imprese e i principali player della finanza incontrano le aziende sui temi dell'internazionalizzazione nel corso di un road show promosso e sostenuto dal ministero dello Sviluppo economico. Ad Ancona, l’evento “Italia per le imprese, con le pmi verso i mercati esteri” si svolgerà martedì 13 maggio, alle 9, alla Mole Vanvitelliana.

CONTINUA A LEGGERE >>


ITALIA PER LE IMPRESE: ANCONA, ROAD SHOW PER L’INTERNAZIONALIZZAZIONE

Le istituzioni pubbliche, le organizzazioni private delle imprese e i principali player della finanza incontrano le aziende sui temi dell'internazionalizzazione nel corso di un road show promosso e sostenuto dal ministero dello Sviluppo economico. Ad Ancona, l’evento “Italia per le imprese, con le pmi verso i mercati esteri” si svolgerà martedì 13 maggio, alle 9, alla Mole Vanvitelliana.

CONTINUA A LEGGERE >>


MAURO LUSETTI ELETTO PRESIDENTE ALLEANZA COOPERATIVE

Mauro Lusetti, presidente di Legacoop nazionale, è stato eletto presidente dell’Alleanza delle Cooperative Italiane dall’Assemblea generale riunita oggi a Roma. “Nei prossimi mesi – ha dichiarato – vogliamo produrre un’accelerazione del percorso avviato in gennaio per la creazione dell’associazione unica e unitaria della cooperazione italiana, coinvolgendo il maggior numero di soci e di cooperative. Vogliamo costruire insieme una nuova identità, non dar corso a una fusione a freddo, mettendo al centro della nostra attenzione i problemi del Paese, a cominciare dall’emergenza lavoro”.

CONTINUA A LEGGERE >>


LEGACOOP MARCHE INCONTRA IL NEO PRESIDENTE LUSETTI

Il neo presidente di Legacoop e dell’Alleanza delle Cooperative Italiane, Mauro Lusetti, parteciperà lunedì 9 giugno alla direzione regionale di Legacoop Marche, che si svolgerà alle 9.30 nella Sala riunioni di Confidicoop Marche. Nella direzione, oltre alle comunicazioni del presidente di Legacoop Marche, Gianfranco Alleruzzo, sarà esaminato il bilancio consuntivo 2013 della Centrale cooperativa. A seguire i cooperatori potranno confrontarsi con il nuovo presidente nazionale di Legacoop.

CONTINUA A LEGGERE >>


LUSETTI NELLE MARCHE LANCIA TRE PROPOSTE AL GOVERNO PER IL LAVORO

“Tre proposte al Governo per affrontare l’emergenza lavoro e il dramma della disoccupazione giovanile. Chiediamo di estendere le agevolazioni previste per le start up innovative a tutte le nuove imprese, realizzare una staffetta intergenerazionale, sperimentando la possibilità di agevolare l’assunzione di under 40 a tempo pieno e indeterminato a fronte di pensione anticipata dei lavoratori con almeno 64-66 anni d’età, e la firma con il ministero del Lavoro per l’iniziativa Garanzia giovani”. Sono queste le proposte operative dell’Alleanza delle Cooperative Italiane che Mauro Lusetti, presidente nazionale di Legacoop da un mese, per la prima volta nelle Marche, e appena nominato alla guida dell’Alleanza, ha descritto, nell’incontro avvenuto oggi ad Ancona, alla direzione regionale di Legacoop Marche, che rappresenta un sistema di 326 cooperative, la maggior parte nei settori servizi, sociali, produzione lavoro, agroalimentare, pesca, con 267.403 soci, 11.937 addetti e un fatturato 2012 pari a 1,78 miliardi di euro.

CONTINUA A LEGGERE >>


IL PRESIDENTE LUSETTI NELLE MARCHE LANCIA TRE PROPOSTE PER IL LAVORO

“Tre proposte al Governo per affrontare l’emergenza lavoro e il dramma della disoccupazione giovanile. Chiediamo di estendere le agevolazioni previste per le start up innovative a tutte le nuove imprese, realizzare una staffetta intergenerazionale, sperimentando la possibilità di agevolare l’assunzione di under 40 a tempo pieno e indeterminato a fronte di pensione anticipata dei lavoratori con almeno 64-66 anni d’età, e la firma con il ministero del Lavoro per l’iniziativa Garanzia giovani”. Sono queste le proposte operative dell’Alleanza delle Cooperative Italiane che Mauro Lusetti, presidente nazionale di Legacoop da un mese, per la prima volta nelle Marche, e appena nominato alla guida dell’Alleanza, ha descritto, nell’incontro avvenuto ad Ancona, alla direzione regionale di Legacoop Marche, che rappresenta un sistema di 326 cooperative, la maggior parte nei settori servizi, sociali, produzione lavoro, agroalimentare, pesca, con 267.403 soci, 11.937 addetti e un fatturato 2012 pari a 1,78 miliardi di euro.

CONTINUA A LEGGERE >>


PESCA: ACI, FERMO 2014 FLESSIBILE E PIU’ IN LINEA CON ESIGENZE IMPRESE

Fermo pesca 2014 all’insegna delle novità. Lo rende noto l’Alleanza delle Cooperative Italiane della pesca in merito all’arresto temporaneo dell’attività per strascico e volante, che ha inizio oggi in Adriatico, per poi proseguire dall’11 agosto nei compartimenti da Pesaro a Bari e, dal 15 settembre, per quelli da Brindisi a Imperia.

CONTINUA A LEGGERE >>


ANCE E ASSOCIAZIONI COOPERATIVE: EFFICIENZA, SOSTENIBILITÀ E QUALITÀ DEL LAVORO CON IL NUOVO CONTRATTO

E’ stato firmato, dopo 18 mesi di intenso confronto, da Ance, associazioni cooperative e sindacati edili il rinnovo del contratto nazionale. Il nuovo accordo prevede, in particolare, una razionalizzazione e, quindi, una maggiore efficienza del vasto sistema degli enti bilaterali, puntando su una decisa riduzione dei costi, una ristrutturazione dell’istituto dell’anzianità della professionalità edile, che assumerà carattere nazionale.

CONTINUA A LEGGERE >>


PIANO GIOVANI: ACI SIGLA INTESA CON MINISTERO LAVORO

Una rete di sportelli su tutto il territorio nazionale per raccogliere i curricula degli under 29 e metterli in contatto con le cooperative disposte ad attivare un contratto di lavoro o ad ospitare un tirocinio. Ma anche corsi di promozione dell’autoimprenditorialità e progetti pilota per promuovere la costituzione di cooperative. Sono queste alcune delle azioni che l’Alleanza delle Cooperative Italiane si impegna a realizzare grazie al protocollo sottoscritto con il ministero del Lavoro nell’ambito del Piano nazionale Garanzia Giovani.

CONTINUA A LEGGERE >>


PIANO GIOVANI: ACI SIGLA INTESA CON MINISTERO LAVORO

Una rete di sportelli su tutto il territorio nazionale per raccogliere i curricula degli under 29 e metterli in contatto con le cooperative disposte ad attivare un contratto di lavoro o ad ospitare un tirocinio. Ma anche corsi di promozione dell’autoimprenditorialità e progetti pilota per promuovere la costituzione di cooperative. Sono queste alcune delle azioni che l’Alleanza delle Cooperative Italiane si impegna a realizzare grazie al protocollo sottoscritto con il ministero del Lavoro nell’ambito del Piano nazionale Garanzia Giovani.

CONTINUA A LEGGERE >>


PESCA: ACI, FERMO 2014 FLESSIBILE E PIU’ IN LINEA CON ESIGENZE IMPRESE

Fermo pesca 2014 all’insegna delle novità. Lo rende noto l’Alleanza delle Cooperative Italiane della pesca in merito all’arresto temporaneo dell’attività per strascico e volante, già iniziato in Adriatico, per poi proseguire dall’11 agosto nei compartimenti da Pesaro a Bari e, dal 15 settembre, per quelli da Brindisi a Imperia.

CONTINUA A LEGGERE >>


ANCE E ASSOCIAZIONI COOPERATIVE: EFFICIENZA, SOSTENIBILITÀ E QUALITÀ DEL LAVORO CON IL NUOVO CONTRATTO

E’ stato firmato, dopo 18 mesi di intenso confronto, da Ance, associazioni cooperative e sindacati edili il rinnovo del contratto nazionale. Il nuovo accordo prevede, in particolare, una razionalizzazione e, quindi, una maggiore efficienza del vasto sistema degli enti bilaterali, puntando su una decisa riduzione dei costi, una ristrutturazione dell’istituto dell’anzianità della professionalità edile, che assumerà carattere nazionale.

CONTINUA A LEGGERE >>


MAURO LUSETTI ELETTO PRESIDENTE ALLEANZA COOPERATIVE

Mauro Lusetti, presidente di Legacoop nazionale, è stato eletto presidente dell’Alleanza delle Cooperative Italiane dall’Assemblea generale riunita oggi a Roma. “Nei prossimi mesi – ha dichiarato – vogliamo produrre un’accelerazione del percorso avviato in gennaio per la creazione dell’associazione unica e unitaria della cooperazione italiana, coinvolgendo il maggior numero di soci e di cooperative. Vogliamo costruire insieme una nuova identità, non dar corso a una fusione a freddo, mettendo al centro della nostra attenzione i problemi del Paese, a cominciare dall’emergenza lavoro”.

CONTINUA A LEGGERE >>


FALSE COOPERATIVE: ALLEANZA COOPERATIVE, NOI PARTE CIVILE CONTRO CHI DANNEGGIA STATO E COOPERAZIONE

“L’operazione compiuta dalla Guardia di Finanza contro il consorzio Gesconet dimostra ancora una volta quanto grave sia il fenomeno delle false cooperative e quanto danno queste imprese siano in grado di arrecare allo Stato oltre che al movimento cooperativo, sia per la reputazione sia per la concorrenza sleale che muovono ogni giorno alle nostre imprese”. Lo dice Mauro Lusetti, presidente dell’Alleanza delle Cooperative Italiane, a nome dei copresidenti Maurizio Gardini e Rosario Altieri in merito alle recenti indagini condotte su false cooperative che hanno evaso il fisco.

CONTINUA A LEGGERE >>


ALLEANZA COOPERATIVE: UN CONVINTO GRAZIE AL PRESIDENTE NAPOLITANO

“Grazie, Presidente. Sicuri di interpretare il sentimento delle cooperatrici e dei cooperatori italiani la ringraziamo per l’autorevolezza e il profondo senso dello Stato, con cui in questi nove anni difficili e delicati per il nostro Paese ha ricoperto l’incarico di Presidente della Repubblica”. Il vertice di Alleanza Cooperative Italiane, Mauro Lusetti, Maurizio Gardini e Rosario Altieri, ringrazia così il Presidente Giorgio Napolitano che ha rassegnato le dimissioni.

CONTINUA A LEGGERE >>


ALLEANZA COOPERATIVE: ALTIERI NUOVO PRESIDENTE, PER LUSETTI UN 2015 DA PROTAGONISTA

È Rosario Altieri il nuovo presidente dell’Alleanza delle Cooperative Italiane per il mandato 2015. Lo ha eletto, all’unanimità, l’assemblea dei delegati svolta al Palazzo della Cooperazione di Roma. Mauro Lusetti e Maurizio Gardini sono i copresidenti.

CONTINUA A LEGGERE >>


ALLEANZA DELLE COOPERATIVE: SENZA RISORSE IL WELFARE MUORE

“Il welfare delle Marche, così come lo conosciamo, è destinato a morte certa se saranno confermati i tagli del bilancio regionale”. E’ il grido d’allarme che lancia l’Alleanza delle Cooperative Italiane delle Marche, il coordinamento composto da Agci, Confcooperative, Legacoop, sulla finanziaria 2015 della Regione Marche in cui i fondi per i servizi sociali subirebbero una riduzione di 15 milioni di euro su un budget totale di 45 milioni del 2014 destinato alle politiche sociali. Per questo, l’Alleanza delle Cooperative parteciperà il 31 marzo, insieme a Cgil, Cisl, Uil e al Forum del Terzo settore, al presidio sul bilancio regionale davanti la Regione Marche ad Ancona.

CONTINUA A LEGGERE >>


WELFARE: MANCANO ALL’APPELLO 15 MILIONI NEL BILANCIO REGIONALE

Nel bilancio regionale 2015 mancano all’appello 15 milioni di euro, risorse vitali anche per la sopravvivenza del welfare delle Marche. Per questo, l’Alleanza delle Cooperative Italiane delle Marche, il coordinamento composto da Agci, Confcooperative, Legacoop, insieme al Forum del Terzo settore, ha manifestato oggi davanti alla sede della Regione Marche ad Ancona.

CONTINUA A LEGGERE >>


ALLEANZA DELLE COOPERATIVE: SENZA RISORSE IL WELFARE MUORE

“Il welfare delle Marche, così come lo conosciamo, è destinato a morte certa se saranno confermati i tagli del bilancio regionale”. E’ il grido d’allarme che ha lanciato l’Alleanza delle Cooperative Italiane delle Marche, il coordinamento composto da Agci, Confcooperative, Legacoop, sulla finanziaria 2015 della Regione Marche in cui i fondi per i servizi sociali subirebbero una riduzione di 15 milioni di euro su un budget totale di 45 milioni del 2014 destinato alle politiche sociali. Per questo, l’Alleanza delle Cooperative ha partecipato il 31 marzo, insieme a Cgil, Cisl, Uil e al Forum del Terzo settore, al presidio sul bilancio regionale davanti la Regione Marche.

CONTINUA A LEGGERE >>


STOP ALLE FALSE COOPERATIVE: AL VIA LA RACCOLTA DI FIRME

Le Marche sono pronte per la campagna di raccolta di firme per una legge di iniziativa popolare contro le false cooperative, lanciata dall'Alleanza delle Cooperative Italiane. Legacoop Marche sta organizzando iniziative di raccolta delle adesioni. E’ già possibile sottoscrivere la proposta in molte assemblee di bilancio delle cooperative aderenti e dal 13 maggio al 5 giugno nelle assemblee territoriali dei soci di Coop Adriatica. Presto sarà possibile firmare anche nelle segreterie dei principali Comuni della regione.

CONTINUA A LEGGERE >>


STOP ALLE FALSE COOPERATIVE: AL VIA LA RACCOLTA DI FIRME

Le Marche sono pronte per la campagna di raccolta di firme per una legge di iniziativa popolare contro le false cooperative, lanciata dall'Alleanza delle Cooperative Italiane. Legacoop Marche sta organizzando iniziative di raccolta delle adesioni. E’ già possibile sottoscrivere la proposta in molte assemblee di bilancio delle cooperative aderenti e dal 13 maggio al 5 giugno nelle assemblee territoriali dei soci di Coop Adriatica. Presto sarà possibile firmare anche nelle segreterie dei principali Comuni della regione.

CONTINUA A LEGGERE >>


STOP FALSE COOPERATIVE: LE MARCHE SUPERANO LE 2 MILA FIRME

Le Marche toccano quota 2.011 firme raccolte nelle prime tre settimane per la campagna “Stop false cooperative”. Il risultato è stato raggiunto da Legacoop Marche in 26 assemblee di bilancio nell’ambito della campagna promossa dall’Alleanza delle Cooperative Italiane per una legge di iniziativa popolare contro le false cooperative. A queste si aggiungono le firme che stanno raccogliendo anche Confcooperative Marche e Agci Marche nell’ambito della comune campagna.

CONTINUA A LEGGERE >>


STOP FALSE COOPERATIVE: LE MARCHE SUPERANO LE 2 MILA FIRME

Le Marche toccano quota 2.011 firme raccolte nelle prime tre settimane per la campagna “Stop false cooperative”. Il risultato è stato raggiunto da Legacoop Marche in 26 assemblee di bilancio nell’ambito della campagna promossa dall’Alleanza delle Cooperative Italiane per una legge di iniziativa popolare contro le false cooperative. A queste si aggiungono le firme che stanno raccogliendo anche Confcooperative Marche e Agci Marche nell’ambito della comune campagna.

CONTINUA A LEGGERE >>


STOP FALSE COOPERATIVE: SI FIRMA IN 43 COMUNI DELLE MARCHE

Si può firmare anche in 43 Comuni delle Marche la proposta di legge di iniziativa popolare dell'Alleanza delle Cooperative Italiane per contrastare il fenomeno delle false cooperative. Legacoop Marche ha organizzato sul territorio la raccolta firme per la campagna nazionale promossa per chiedere al Parlamento di approvare una legge con misure più severe e più incisive per contrastare il fenomeno delle false cooperative, che utilizzano strumentalmente la forma giuridica della cooperazione perseguendo finalità estranee a quelle mutualistiche.

CONTINUA A LEGGERE >>


STOP FALSE COOPERATIVE: SI FIRMA IN 43 COMUNI DELLE MARCHE

Si può firmare anche in 43 Comuni delle Marche la proposta di legge di iniziativa popolare dell'Alleanza delle Cooperative Italiane per contrastare il fenomeno delle false cooperative. Legacoop Marche ha organizzato sul territorio la raccolta firme per la campagna nazionale promossa per chiedere al Parlamento di approvare una legge con misure più severe e più incisive per contrastare il fenomeno delle false cooperative, che utilizzano strumentalmente la forma giuridica della cooperazione perseguendo finalità estranee a quelle mutualistiche.

CONTINUA A LEGGERE >>


SINDACATI MARCHE SOSTENGONO LA CAMPAGNA STOP FALSE COOPERATIVE

I sindacati confederali delle Marche sostengono l’iniziativa di Agci, Confcooperative e Legacoop che stanno raccogliendo le firme per la richiesta al Parlamento di una legge per contrastare il fenomeno delle false cooperative. Anche i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil delle Marche hanno sottoscritto la proposta con cui l'Alleanza delle Cooperative Italiane, il coordinamento composto da Agci, Confcooperative, Legacoop, chiede al Parlamento di approvare una legge con misure più severe per contrastare il fenomeno delle false cooperative, che utilizzano strumentalmente la forma giuridica della cooperazione per perseguire finalità estranee a quelle mutualistiche. Imprese che, partecipando ad appalti pubblici con il massimo ribasso, spesso non applicano regolarmente i contratti di lavoro e non garantiscono il giusto salario ai lavoratori.

CONTINUA A LEGGERE >>


ASCOLI PICENO: RACCOLTA FIRME PER LA CAMPAGNA STOP ALLE FALSE COOPERATIVE

Sei mesi di tempo per raccogliere almeno 50 mila firme a sostegno di una proposta di legge d’iniziativa popolare per mettere fuori gioco le false cooperative. Questo era l’obiettivo che l’Alleanza delle Cooperative Italiane, ovvero la sigla che riunisce Agci, Confcooperative e Legacoop, si era data il 7 maggio scorso. Il 30 settembre, a poco più di un mese dalla scadenza, la raccolta aveva già superato le 68 mila firme. Alle oltre 3.500 firme raccolte finora da Legacoop Marche per la campagna, si aggiungono quelle raccolte nella provincia di Ascoli Piceno, a cui hanno aderito oltre a cittadini, soci-lavoratori delle cooperative, l'onorevole Luciano Agostini, il vicepresidente della Regione Marche, Anna Casini, Antonio De Luca, sindaco di Montedinove, Valerio Lucciarini, sindaco di Offida, Giovanni Borraccini, sindaco di Rotella, Sergio Fabiani, sindaco di Montegallo, Sara Moreschini, sindaco di Appignano del Tronto, Daniel Ficcadenti, sindaco di Castorano.

CONTINUA A LEGGERE >>


IL PRESIDENTE DELLA REGIONE MARCHE FIRMA LA CAMPAGNA STOP ALLE FALSE COOPERATIVE

La campagna Stop false cooperative ha il sostegno del presidente della Regione Marche, Luca Ceriscoli, che ha firmato oggi la proposta di legge d’iniziativa popolare per mettere fuori gioco le false cooperative. L’iniziativa è dell’Alleanza delle Cooperative Italiane, il coordinamento composto da Agci, Confcooperative e Legacoop. Nelle Marche, le tre Centrali cooperative hanno già raccolto 3.500 firme con cui i cittadini chiedono al Parlamento di approvare una legge per contrastare il fenomeno delle false cooperative, che utilizzano strumentalmente la forma giuridica della cooperazione per perseguire finalità estranee a quelle mutualistiche. “Questa non è solo una firma, di un valore significativo – ha detto Ceriscioli -, ma è un impegno preso nei confronti del sistema cooperativo marchigiano per eliminare il fenomeno delle cooperative spurie, che sta da una parte inquinando il mercato delle gare, dall’altra compromettendo la qualità dei servizi”.

CONTINUA A LEGGERE >>


IL PRESIDENTE DELLA REGIONE MARCHE FIRMA LA CAMPAGNA STOP ALLE FALSE COOPERATIVE

La campagna Stop false cooperative ha il sostegno del presidente della Regione Marche, Luca Ceriscoli, che ha firmato la proposta di legge d’iniziativa popolare per mettere fuori gioco le false cooperative. L’iniziativa è dell’Alleanza delle Cooperative Italiane, il coordinamento composto da Agci, Confcooperative e Legacoop. Nelle Marche, le tre Centrali cooperative hanno già raccolto 3.500 firme con cui i cittadini chiedono al Parlamento di approvare una legge per contrastare il fenomeno delle false cooperative, che utilizzano strumentalmente la forma giuridica della cooperazione per perseguire finalità estranee a quelle mutualistiche. “Questa non è solo una firma, di un valore significativo – ha detto Ceriscioli -, ma è un impegno preso nei confronti del sistema cooperativo marchigiano per eliminare il fenomeno delle cooperative spurie, che sta da una parte inquinando il mercato delle gare, dall’altra compromettendo la qualità dei servizi”.

CONTINUA A LEGGERE >>


SINDACATI MARCHE SOSTENGONO LA CAMPAGNA STOP FALSE COOPERATIVE

I sindacati confederali delle Marche sostengono l’iniziativa di Agci, Confcooperative e Legacoop che stanno raccogliendo le firme per la richiesta al Parlamento di una legge per contrastare il fenomeno delle false cooperative. Anche i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil delle Marche hanno sottoscritto la proposta con cui l'Alleanza delle Cooperative Italiane, il coordinamento composto da Agci, Confcooperative, Legacoop, chiede al Parlamento di approvare una legge con misure più severe per contrastare il fenomeno delle false cooperative, che utilizzano strumentalmente la forma giuridica della cooperazione per perseguire finalità estranee a quelle mutualistiche. Imprese che, partecipando ad appalti pubblici con il massimo ribasso, spesso non applicano regolarmente i contratti di lavoro e non garantiscono il giusto salario ai lavoratori.

CONTINUA A LEGGERE >>


ASCOLI PICENO: RACCOLTA FIRME PER LA CAMPAGNA STOP ALLE FALSE COOPERATIVE

Sei mesi di tempo per raccogliere almeno 50 mila firme a sostegno di una proposta di legge d’iniziativa popolare per mettere fuori gioco le false cooperative. Questo era l’obiettivo che l’Alleanza delle Cooperative Italiane, ovvero la sigla che riunisce Agci, Confcooperative e Legacoop, si era data il 7 maggio scorso. Il 30 settembre, a poco più di un mese dalla scadenza, la raccolta aveva già superato le 68 mila firme. Alle oltre 3.500 firme raccolte finora da Legacoop Marche per la campagna, si aggiungono quelle raccolte nella provincia di Ascoli Piceno, a cui hanno aderito oltre a cittadini, soci-lavoratori delle cooperative, l'onorevole Luciano Agostini, il vicepresidente della Regione Marche, Anna Casini, Antonio De Luca, sindaco di Montedinove, Valerio Lucciarini, sindaco di Offida, Giovanni Borraccini, sindaco di Rotella, Sergio Fabiani, sindaco di Montegallo, Sara Moreschini, sindaco di Appignano del Tronto, Daniel Ficcadenti, sindaco di Castorano.

CONTINUA A LEGGERE >>


FABRIZIO BOLZONI NUOVO COORDINATORE ACI SERVIZI ED UTILITIES

Fabrizio Bolzoni, presidente di Legacoop Servizi, e' il nuovo portavoce del coordinamento settoriale del comparto della cooperazione di servizi, aderente a Federlavoro e servizi Confcooperative, Legacoop Servizi e Agci Servizi, che ha dato vita, già da alcuni anni, ad un lavoro comune su alcuni aspetti dell’attività associativa, sottoscrivendo un protocollo di intesa, così come successo in altri ambiti di attività delle rispettive confederazioni, sia sul piano settoriale che nei territori regionali. 

CONTINUA A LEGGERE >>


ASCOLI PICENO: RACCOLTA FIRME PER LA CAMPAGNA STOP ALLE FALSE COOPERATIVE

Sei mesi di tempo per raccogliere almeno 50 mila firme a sostegno di una proposta di legge d’iniziativa popolare per mettere fuori gioco le false cooperative. Questo era l’obiettivo che l’Alleanza delle Cooperative Italiane, ovvero la sigla che riunisce Agci, Confcooperative e Legacoop, si era data il 7 maggio scorso. Il 30 settembre, a poco più di un mese dalla scadenza, la raccolta aveva già superato le 68 mila firme. Alle oltre 3.500 firme raccolte finora da Legacoop Marche per la campagna, si aggiungono quelle raccolte nella provincia di Ascoli Piceno, a cui hanno aderito oltre a cittadini, soci-lavoratori delle cooperative, l'onorevole Luciano Agostini, il vicepresidente della Regione Marche, Anna Casini, Antonio De Luca, sindaco di Montedinove, Valerio Lucciarini, sindaco di Offida, Giovanni Borraccini, sindaco di Rotella, Sergio Fabiani, sindaco di Montegallo, Sara Moreschini, sindaco di Appignano del Tronto, Daniel Ficcadenti, sindaco di Castorano.

CONTINUA A LEGGERE >>


SINDACATI MARCHE SOSTENGONO LA CAMPAGNA STOP FALSE COOPERATIVE

I sindacati confederali delle Marche sostengono l’iniziativa di Agci, Confcooperative e Legacoop che stanno raccogliendo le firme per la richiesta al Parlamento di una legge per contrastare il fenomeno delle false cooperative. Anche i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil delle Marche hanno sottoscritto la proposta con cui l'Alleanza delle Cooperative Italiane, il coordinamento composto da Agci, Confcooperative, Legacoop, chiede al Parlamento di approvare una legge con misure più severe per contrastare il fenomeno delle false cooperative, che utilizzano strumentalmente la forma giuridica della cooperazione per perseguire finalità estranee a quelle mutualistiche. Imprese che, partecipando ad appalti pubblici con il massimo ribasso, spesso non applicano regolarmente i contratti di lavoro e non garantiscono il giusto salario ai lavoratori.

CONTINUA A LEGGERE >>


STOP FALSE COOPERATIVE: 4 MILA MARCHIGIANI ADERISCONO ALLA CAMPAGNA

Sono più di 4 mila i marchigiani che hanno scelto di aderire alla campagna Stop false cooperative, promossa dall'Alleanza delle Cooperative Italiane per mettere fuori gioco le false cooperative. Con la proposta di legge, Agci, Confcooperative e Legacoop e i cittadini che hanno firmato chiedono al Parlamento di approvare una legge per contrastare il fenomeno delle false cooperative, che utilizzano strumentalmente la forma giuridica della cooperazione per perseguire finalità estranee a quelle mutualistiche. Le firme delle Marche e quelle raccolte in tutte le altre regioni negli ultimi sei mesi, l'obiettivo era di raggiungere 50 mila adesioni, saranno consegnate domani, giovedì 29 ottobre, alla Camera dei Deputati.

CONTINUA A LEGGERE >>


CENTOMILA FIRME CONTRO LE FALSE COOPERATIVE

L’Alleanza delle Cooperative Italiane ha consegnato oggi alla Camera dei Deputati le 100 mila firme raccolte per una legge d’iniziativa popolare per mettere fuori gioco le false cooperative. I rappresentanti dell’associazione sono stati ricevuti dalla vicepresidente della Camera, Marina Sereni. Dal 7 maggio scorso, le tre associazioni che compongono l’Alleanza hanno raccolto l’adesione di numerose personalità pubbliche e amministratori e politici provenienti da tutti i partiti, dal Partito Democratico alla Lega Nord.

CONTINUA A LEGGERE >>


STOP FALSE COOPERATIVE: CENTOMILA FIRME RACCOLTE

L’Alleanza delle Cooperative Italiane ha consegnato alla Camera dei Deputati le 100 mila firme raccolte per una legge d’iniziativa popolare per mettere fuori gioco le false cooperative. I rappresentanti dell’associazione sono stati ricevuti dalla vicepresidente della Camera, Marina Sereni. Dal 7 maggio scorso, le tre associazioni che compongono l’Alleanza hanno raccolto l’adesione di numerose personalità pubbliche e amministratori e politici provenienti da tutti i partiti, dal Partito Democratico alla Lega Nord.

CONTINUA A LEGGERE >>


STOP FALSE COOPERATIVE: 4 MILA MARCHIGIANI ADERISCONO ALLA CAMPAGNA

Sono più di 4 mila i marchigiani che hanno scelto di aderire alla campagna Stop false cooperative, promossa dall'Alleanza delle Cooperative Italiane per mettere fuori gioco le false cooperative. Con la proposta di legge, Agci, Confcooperative e Legacoop e i cittadini che hanno firmato chiedono al Parlamento di approvare una legge per contrastare il fenomeno delle false cooperative, che utilizzano strumentalmente la forma giuridica della cooperazione per perseguire finalità estranee a quelle mutualistiche. Le firme delle Marche e quelle raccolte in tutte le altre regioni negli ultimi sei mesi, l'obiettivo, doppiato nel risultato, era di raggiungere 50 mila adesioni, sono state consegnate alla Camera dei Deputati.

CONTINUA A LEGGERE >>


ACI: RAPPORTO CONGIUNTURALE SULLE IMPRESE COOPERATIVE

Una dinamica prevalentemente stazionaria della domanda, con uno scenario di recupero inferiore alle attese, e un miglioramento della dinamica congiunturale della forza lavoro occupata, grazie ai saldi positivi nella cooperazione sociale e, seppure in misura molto contenuta e solo nell’ultimo quadrimestre dell’anno, anche nei servizi. E’ il quadro che emerge dalla settima indagine congiunturale quadrimestrale realizzata dall’Ufficio Studi Agci, dall’Area Studi Confcooperative e dal Centro Studi Legacoop. L’analisi viene effettuata fra un campione di cooperative, 605 in questa rilevazione, aderenti alle tre associazioni riunite nell’Alleanza delle Cooperative Italiane.

CONTINUA A LEGGERE >>


ACI: RAPPORTO CONGIUNTURALE SULLE IMPRESE COOPERATIVE

Una dinamica prevalentemente stazionaria della domanda, con uno scenario di recupero inferiore alle attese, e un miglioramento della dinamica congiunturale della forza lavoro occupata, grazie ai saldi positivi nella cooperazione sociale e, seppure in misura molto contenuta e solo nell’ultimo quadrimestre dell’anno, anche nei servizi. E’ il quadro che emerge dalla settima indagine congiunturale quadrimestrale realizzata dall’Ufficio Studi Agci, dall’Area Studi Confcooperative e dal Centro Studi Legacoop. L’analisi viene effettuata fra un campione di cooperative, 605 in questa rilevazione, aderenti alle tre associazioni riunite nell’Alleanza delle Cooperative Italiane.

CONTINUA A LEGGERE >>


DIREZIONE LEGACOOP MARCHE: ALLERUZZO, AL LAVORO PER ALLEANZA

Al lavoro insieme per essere pronti ai nastri di partenza di gennaio 2017. Lo stato della costruzione dell'Alleanza delle Cooperative Italiane nelle Marche lo ha tracciato il presidente di Legacoop Marche, Gianfranco Alleruzzo, durante la direzione regionale cui ha partecipato il direttore nazionale di Legacoop, Giancarlo Ferrari, proprio per aggiornare i cooperatori marchigiani su quanto si sta facendo per l'Alleanza.

CONTINUA A LEGGERE >>


DIREZIONE LEGACOOP MARCHE: ALLERUZZO, AL LAVORO PER ALLEANZA

Al lavoro insieme per essere pronti ai nastri di partenza di gennaio 2017. Lo stato della costruzione dell'Alleanza delle Cooperative Italiane nelle Marche lo ha tracciato il presidente di Legacoop Marche, Gianfranco Alleruzzo, durante la direzione regionale cui ha partecipato il direttore nazionale di Legacoop, Giancarlo Ferrari, proprio per aggiornare i cooperatori marchigiani su quanto si sta facendo per l'Alleanza.

CONTINUA A LEGGERE >>


CAMBIARE L’ITALIA COOPERANDO: CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE ASSEMBLEE DI BILANCIO

Il futuro ha una sola data per la cooperazione: gennaio 2017. Il movimento cooperativo italiano è pronto ad affrontare la sfida, quella di creare un’unica organizzazione, l’Alleanza delle Cooperative Italiane, formata da Agci, Confcooperative e Legacoop. Legacoop promuove, in questa ottica, la campagna di comunicazione “Cambiare l’Italia cooperando”, rivolta a tutte le cooperative associate per informarle su questo percorso e chiedere il loro contributo alla creazione dell’Alleanza.

CONTINUA A LEGGERE >>


CAMBIARE L’ITALIA COOPERANDO: CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE ASSEMBLEE DI BILANCIO

Il futuro ha una sola data per la cooperazione: gennaio 2017. Il movimento cooperativo italiano è pronto ad affrontare la sfida, quella di creare un’unica organizzazione, l’Alleanza delle Cooperative Italiane, formata da Agci, Confcooperative e Legacoop. Legacoop promuove, in questa ottica, la campagna di comunicazione “Cambiare l’Italia cooperando”, rivolta a tutte le cooperative associate per informarle su questo percorso e chiedere il loro contributo alla creazione dell’Alleanza.

CONTINUA A LEGGERE >>


CAMBIARE L’ITALIA COOPERANDO: CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE ASSEMBLEE DI BILANCIO

Sono già numerose le cooperative che aderiscono a Legacoop Marche che, durante le assemblee di bilancio, hanno approvato l’ordine del giorno di adesione all’Alleanza delle Cooperative Italiane e quello della campagna “Massimo ribasso minimi diritti”, per un mercato trasparente e una competizione pulita.

CONTINUA A LEGGERE >>


LAVORO: ACCORDO COOPERATIVE-SINDACATI SU DETASSAZIONE E APPRENDISTATO

Anche nel mondo della cooperazione è stato siglato l’accordo tra Cgil, Cisl e Uil e l’Alleanza delle Cooperative Italiane (Agci, Confcooperative e Legacoop) sulla detassazione dei salari per la produttività. L’intesa favorisce l’incremento di produttività e i benefici fiscali contenuti nella legge di stabilità 2016 prevedendo accordi territoriali applicabili anche in quelle realtà aziendali senza rappresentanze sindacali e contrattazioni specifiche.

CONTINUA A LEGGERE >>


PESCA: ALLEANZA COOPERATIVE, RIVEDERE SISTEMA SANZIONATORIO PER SBLOCCARE IMPRESE

“Le imprese di pesca soffrono storicamente il peso di un’eccessiva burocrazia che regola il settore. Se a questo aggiungiamo il giro di vite imposto con il nuovo sistema sanzionatorio, che ha visto crescere in modo abnorme le sanzioni per la pesca professionale, portandole anche fino a 150 mila euro, si rischia la paralisi delle attività. Per sbloccare il settore occorre utilizzare il buon senso e dar vita ad un sistema di sanzioni sostenibile che non metta a rischio la sopravvivenza delle imprese”. Così l’Alleanza Cooperative Pesca nel corso della riunione sulle sanzioni, che si è svolta a Roma, alla Direzione generale della pesca del Mipaaf.

CONTINUA A LEGGERE >>


COMMISSIONE DONNE E PARITA’ ACI: AFFERMARE CUTURA CONTRO VIOLENZA SULLE DONNE

L’Alleanza delle Cooperative Italiane nella Giornata internazionale contro la violenza sulle donne conferma il suo impegno a fianco delle istituzioni e delle cooperative associate per l’affermazione della cultura, del rispetto dell’identità delle persone e contro ogni violenza perpetrata sulle donne.

CONTINUA A LEGGERE >>


PESCA: IN 400 A MANIFESTAZIONE NAZIONALE ROMA

Le cooperative e le imprese di pesca e acquacoltura propongono alla politica linee guida “per il governo e lo sviluppo del settore. L’obiettivo è quello di assicurare alle filiere ittiche nazionali lavoro e reddito, per ridare nuovo slancio competitivo al settore, stare al passo con il mercato e attrarre giovani, garantendo così un futuro al comparto”. Queste alcune delle proposte presentate dall'Alleanza delle Cooperative Italiane della Pesca, Agci Agrital, Federcoopesca Confcooperative, Legacoop Agroalimentare Dipartimento pesca, con le associazioni dell'Acquacoltura Api-Associazione Piscicoltori e Ama-Associazione Mediterranea Acquacoltori, nel corso degli Stati generali della pesca e dell’acquacoltura a Roma, che hanno visto la partecipazione di oltre quattrocento persone, di cui trecento pescatori provenienti da tutta Italia.

CONTINUA A LEGGERE >>


ACI GIOVANI MARCHE: IL MINISTRO POLETTI A INCONTRO SU WELFARE, COOPERAZIONE E TERRITORIO

Sarà un confronto su “Welfare, cooperazione e territorio. Innovazione, alleanze e strumenti” quello organizzato dall'Alleanza delle Cooperative Italiane Giovani Marche, insieme all'Aci Marche, sabato 18 marzo alle 15 nella sala dell'auditorium comunale “Giovanni Tebaldini” di San Benedetto del Tronto (Ap), con la partecipazione del ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Giuliano Poletti.

CONTINUA A LEGGERE >>


ACI GIOVANI MARCHE: IL MINISTRO POLETTI A INCONTRO SU WELFARE, COOPERAZIONE E TERRITORIO

Sarà un confronto su “Welfare, cooperazione e territorio. Innovazione, alleanze e strumenti” quello organizzato dall'Alleanza delle Cooperative Italiane Giovani Marche, insieme all'Aci Marche, sabato 18 marzo alle 15 nella sala dell'auditorium comunale “Giovanni Tebaldini” di San Benedetto del Tronto (Ap), con la partecipazione del ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Giuliano Poletti.

CONTINUA A LEGGERE >>


PESCA: IN 400 A MANIFESTAZIONE NAZIONALE ROMA

Le cooperative e le imprese di pesca e acquacoltura propongono alla politica linee guida “per il governo e lo sviluppo del settore. L’obiettivo è quello di assicurare alle filiere ittiche nazionali lavoro e reddito, per ridare nuovo slancio competitivo al settore, stare al passo con il mercato e attrarre giovani, garantendo così un futuro al comparto”. Queste alcune delle proposte presentate dall'Alleanza delle Cooperative Italiane della Pesca, Agci Agrital, Federcoopesca Confcooperative, Legacoop Agroalimentare Dipartimento pesca, con le associazioni dell'Acquacoltura Api-Associazione Piscicoltori e Ama-Associazione Mediterranea Acquacoltori, nel corso degli Stati generali della pesca e dell’acquacoltura a Roma, che hanno visto la partecipazione di oltre quattrocento persone, di cui trecento pescatori provenienti da tutta Italia.

CONTINUA A LEGGERE >>


BORGHI DEL CUORE DI SCENA, ACI TURISMO PER IL RILANCIO DEI CENTRI TERREMOTATI

Il 2017 è l’anno dei Borghi e l’Alleanza delle Cooperative Italiane Turismo e Beni Culturali è a fianco di una delle iniziative più significative in questo contesto. "I Borghi del Cuore", nell’ambito del più ampio “Viaggio Italiano”, promosso dal Mibact, da diciotto Regioni Italiane, capofila Emilia Romagna, con le associazioni I Borghi più Belli d’Italia, I Borghi Autentici d’Italia, Bandiera Arancione e con i borghi dichiarati Gioielli d’Italia, coinvolge 15 Borghi colpiti dal sisma nelle regioni Lazio, Abruzzo, Umbria e Marche, con Visso, Sarnano, Pievebovigliana, Camerino, Cingoli.

CONTINUA A LEGGERE >>


TERZO SETTORE - ACI SOCIALI: RIFORMA INCOMPIUTA, VANTAGGI FISCALI SENZA VINCOLI

“Si tratta di un passo importante per la piena attuazione di una riforma molto attesa, nel cui ambito assume grande rilevanza il nuovo ordinamento sull’impresa sociale. Esso introduce novità importanti, finalizzate a promuovere sviluppo imprenditoriale e sociale in ambiti delicatissimi di interesse generale: welfare, sanità, istruzione, cultura, commercio solidale, tramite la presenza di forme giuridiche molteplici e plurali di imprese sociali e la loro pari dignità”. Così l’Alleanza delle Cooperative Sociali commenta i decreti attuativi di riforma del Terzo settore presentati dal Consiglio dei Ministri.

CONTINUA A LEGGERE >>


BORGHI DEL CUORE DI SCENA, ACI TURISMO PER IL RILANCIO DEI CENTRI TERREMOTATI

Il 2017 è l’anno dei Borghi e l’Alleanza delle Cooperative Italiane Turismo e Beni Culturali è voluta essere a fianco di una delle iniziative più significative in questo contesto. "I Borghi del Cuore", nell’ambito del più ampio “Viaggio Italiano”, promosso dal Mibact, da diciotto Regioni Italiane, capofila Emilia Romagna, con le associazioni I Borghi più Belli d’Italia, I Borghi Autentici d’Italia, Bandiera Arancione e con i borghi dichiarati Gioielli d’Italia, coinvolge 15 Borghi colpiti dal sisma nelle regioni Lazio, Abruzzo, Umbria e Marche, con Visso, Sarnano, Pievebovigliana, Camerino, Cingoli.

CONTINUA A LEGGERE >>


WINTER SCHOOL 2018 ALLEANZA COOPERATIVE GIOVANI AD ASCOLI PICENO

“Coesiva - La cooperazione impresa di comunità”. Sarà questo il tema della Winter School 2018 dell’Alleanza delle Cooperative Italiane Giovani che si svolgerà ad Ascoli Piceno dal 28 al 30 gennaio nella Bottega del terzo settore. Un luogo comune di apprendimento e di formazione, una via virtuosa di attivazione dei giovani cooperatori, e non solo.

CONTINUA A LEGGERE >>


WINTER SCHOOL 2018 ALLEANZA COOPERATIVE GIOVANI AD ASCOLI PICENO

“Coesiva - La cooperazione impresa di comunità”. Sarà questo il tema della Winter School 2018 dell’Alleanza delle Cooperative Italiane Giovani che si svolgerà ad Ascoli Piceno dal 28 al 30 gennaio nella Bottega del terzo settore. Un luogo comune di apprendimento e di formazione, una via virtuosa di attivazione dei giovani cooperatori, e non solo.

CONTINUA A LEGGERE >>


WINTER SCHOOL 2018 ALLEANZA COOPERATIVE GIOVANI AD ASCOLI PICENO

“Coesiva - La cooperazione impresa di comunità”. Sarà questo il tema della Winter School 2018 dell’Alleanza delle Cooperative Italiane Giovani che si svolgerà ad Ascoli Piceno dal 28 al 30 gennaio nella Bottega del terzo settore. Un luogo comune di apprendimento e di formazione, una via virtuosa di attivazione dei giovani cooperatori, e non solo.

CONTINUA A LEGGERE >>


WINTER SCHOOL 2018 ALLEANZA COOPERATIVE GIOVANI AD ASCOLI PICENO

“Coesiva - La cooperazione impresa di comunità”. Sarà questo il tema della Winter School 2018 dell’Alleanza delle Cooperative Italiane Giovani che si svolgerà ad Ascoli Piceno dal 28 al 30 gennaio nella Bottega del terzo settore. Un luogo comune di apprendimento e di formazione, una via virtuosa di attivazione dei giovani cooperatori, e non solo.

CONTINUA A LEGGERE >>


WINTER SCHOOL 2018 ALLEANZA COOPERATIVE GIOVANI AD ASCOLI PICENO

“Coesiva - La cooperazione impresa di comunità”. Sarà questo il tema della Winter School 2018 dell’Alleanza delle Cooperative Italiane Giovani che si svolgerà ad Ascoli Piceno dal 28 al 30 gennaio nella Bottega del terzo settore. Un luogo comune di apprendimento e di formazione, una via virtuosa di attivazione dei giovani cooperatori, e non solo.

CONTINUA A LEGGERE >>


SISMA: DA COOPERATIVE E SINDACATI 350 MILA EURO PER ASILO PIEVE TORINA

Dai lavoratori delle cooperative di Agci, Confcooperative e Legacoop un assegno di 350 mila euro per ricostruire una nuova scuola per l’infanzia per 60 bambini di Pieve Torina. Cooperative e sindacati, Cgil, Cisl e Uil, hanno attivato un Fondo di solidarietà a favore delle popolazioni del Centro Italia nel quale sono confluiti i contributi volontari dei lavoratori che hanno deciso di donare una somma pari a un’ora di lavoro.

CONTINUA A LEGGERE >>


SISMA: DA COOPERATIVE E SINDACATI 350 MILA EURO PER ASILO PIEVE TORINA

Dai lavoratori delle cooperative di Agci, Confcooperative e Legacoop un assegno di 350 mila euro per ricostruire una nuova scuola per l’infanzia per 60 bambini di Pieve Torina. Cooperative e sindacati, Cgil, Cisl e Uil, hanno attivato un Fondo di solidarietà a favore delle popolazioni del Centro Italia nel quale sono confluiti i contributi volontari dei lavoratori che hanno deciso di donare una somma pari a un’ora di lavoro.

CONTINUA A LEGGERE >>


BIENNALE COOPERAZIONE A ROMA, LE COOPERATIVE DALLE MARCHE

Sarà il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, a chiudere l’ultima tappa, quella nella capitale, della Biennale della cooperazione italiana. Giovedì 31 gennaio, il Palazzo della cooperazione ospiterà gli Stati generali delle start up innovative cooperative, primo incontro plenario, a livello nazionale, delle nuove cooperative e start up. Sarà l’occasione per raccontare la cooperazione che guarda al futuro e tracciare un’originale e moderna proposta di associazione al servizio delle imprese e delle persone.

 

CONTINUA A LEGGERE >>


BIENNALE COOPERAZIONE A ROMA, LE COOPERATIVE DALLE MARCHE

Sarà il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, a chiudere l’ultima tappa, quella nella capitale, della Biennale della cooperazione italiana. Giovedì 31 gennaio, il Palazzo della cooperazione ospiterà gli Stati generali delle start up innovative cooperative, primo incontro plenario, a livello nazionale, delle nuove cooperative e start up. Sarà l’occasione per raccontare la cooperazione che guarda al futuro e tracciare un’originale e moderna proposta di associazione al servizio delle imprese e delle persone.

 

CONTINUA A LEGGERE >>


BIENNALE COOPERAZIONE A ROMA, LE COOPERATIVE DALLE MARCHE

Sarà il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, a chiudere l’ultima tappa, quella nella capitale, della Biennale della cooperazione italiana. Giovedì 31 gennaio, il Palazzo della cooperazione ospiterà gli Stati generali delle start up innovative cooperative, primo incontro plenario, a livello nazionale, delle nuove cooperative e start up. Sarà l’occasione per raccontare la cooperazione che guarda al futuro e tracciare un’originale e moderna proposta di associazione al servizio delle imprese e delle persone.

 

CONTINUA A LEGGERE >>


BIENNALE COOPERAZIONE A ROMA, LE COOPERATIVE DALLE MARCHE

Dalle Marche alla Biennale della cooperazione italiana. Nove le cooperative che aderiscono a Legacoop Marche che hanno partecipato all'iniziativa: Cobalto Lab, Charme Italia, Cooperative di comunità dei Sibillini, Rural Life, Agriabilità, Gie Impianti, Terre del Fiastrone, Hydro Ingegneria e Artemista.

CONTINUA A LEGGERE >>


ALLEANZA COOPERATIVE: MAURO LUSETTI NUOVO PRESIDENTE

“Sono davvero onorato di assumere questo incarico che affronterò col massimo dell’impegno per far crescere ulteriormente il ruolo dell’Alleanza delle cooperative”. È stato questo il primo commento di Mauro Lusetti, presidente di Legacoop, dopo la sua elezione, da parte dell’assemblea dei delegati, a presidente dell’Alleanza delle cooperative italiane, il coordinamento delle centrali Confcooperative, Legacoop e Agci, che insieme rappresentano l’85% degli occupati (1.150.000 persone su 1.300.000) e il 93% del fatturato (quasi 150 miliardi di euro su 160 miliardi) dell’intero movimento cooperativo.

 

CONTINUA A LEGGERE >>