ANCE E ASSOCIAZIONI COOPERATIVE:  EFFICIENZA, SOSTENIBILITÀ E QUALITÀ DEL LAVORO CON IL NUOVO CONTRATTO

ANCE E ASSOCIAZIONI COOPERATIVE: EFFICIENZA, SOSTENIBILITÀ E QUALITÀ DEL LAVORO CON IL NUOVO CONTRATTO

Settore: PRODUZIONE E LAVORO

E’ stato firmato, dopo 18 mesi di intenso confronto, da Ance, associazioni cooperative e sindacati edili il rinnovo del contratto nazionale. Il nuovo accordo prevede, in particolare, una razionalizzazione e, quindi, una maggiore efficienza del vasto sistema degli enti bilaterali, puntando su una decisa riduzione dei costi, una ristrutturazione dell’istituto dell’anzianità della professionalità edile, che assumerà carattere nazionale.

 

Fra i punti di rilievo dell’intesa, anche una decisa calmierazione dei costi contrattuali, considerato il difficilissimo contesto economico, che si declina in un complessivo aumento di 40 euro più 8 euro in previdenza complementare e un incremento della flessibilità dell’utilizzo dei rapporti di lavoro, con una quota del 40% dei contratti a tempo determinato.

 

“Dopo una lunghissima e difficile trattativa, che ci ha impegnato per molti mesi, abbiamo raggiunto un importante accordo che è frutto dello sforzo comune di garantire un futuro migliore al settore dell’edilizia - commentano il presidente Ance, Paolo Buzzetti, e dell’Aci Produzione e Lavoro, Carlo Zini -, in un momento di grave e perdurante crisi per il settore, l’intesa è certamente la prova del grande senso di responsabilità delle imprese e della volontà di tutto il sistema di puntare alla crescita. Principi importanti che da tempo condividiamo con tutte le sigle datoriali e sindacali aderenti agli Stati Generali delle costruzioni”.

 

Grande soddisfazione è stata espressa, inoltre, dal vicepresidente Ance, Gabriele Buia, e dal delegato alle Relazioni industriali cooperative, Renato Verri, anche in considerazione degli importanti passi in avanti fatti in tema di trasferta, prepensionamenti, contrattazione di secondo livello e codice etico per gli organismi paritetici: “Si tratta di temi che caratterizzano un contratto di responsabilità che mette al centro del mercato del lavoro la qualità e la trasparenza”.



SUGLI STESSI ARGOMENTI: Alleanza Cooperative Italiane, Ance