INNOVAZIONE: I MAGNIFICI SETTE DI COOPSTARTUP MARCHE

INNOVAZIONE: I MAGNIFICI SETTE DI COOPSTARTUP MARCHE

Settore: LEGACOOP MARCHE

Artemista con oggetti di eco design, Gbench con la panchina “evoluta”, La Biologica con i prodotti bio-vegan, Med Lab con la rete di servizi per la riabilitazione motoria, Zero Tractor con la viticoltura robotica, Alma Consulting con l’hotel per le vacanze di persone disabili e Terra per la produzione di prodotti agricoli e florovivaistici con l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate. Sono i magnifici sette del fare cooperazione innovativa, i progetti che hanno vinto il bando di Coopstartup Marche, la sperimentazione promossa da Legacoop Marche, l’associazione che rappresenta oltre 300 cooperative marchigiane, e Coopfond, il fondo mutualistico di promozione e sviluppo di Legacoop, per far nascere e crescere imprese cooperative capaci di tradurre l’innovazione in occupazione qualificata così da creare ricchezza e sviluppo per il territorio. I progetti vincitori sono stati selezionati fra le 23 proposte presentate per il bando e premiati al ristorante Passetto di Ancona dal presidente di Legacoop Marche, Gianfranco Alleruzzo.

 

“Far nascere oggi una cooperativa – ha detto Alleruzzo – è un atto di fiducia e passione verso il proprio lavoro e la collettività. E proprio il valore della comunità è il comune denominatore di tutti i progetti premiati, espressione di una convergenza fra il fare cooperativo e i bisogni delle persone”. Fabio Grossetti, coordinatore di Legacoop Marche, ha sottolineato come “questo di Coopstartup Marche è un progetto che si chiude ad un anno esatto dalla sua nascita. In questo periodo abbiamo condiviso e costruito insieme un percorso di conoscenza che, con la premiazione di oggi, dà l’avvio alla nascita e alla crescita di imprese cooperative”. Aldo Soldi, direttore generale di Coopfond, ha affermato che “con Coopstartup, un’iniziativa che stiamo sviluppando anche in altre regioni, abbiamo avuto la conferma che era giusto continuare ad investire nel creare cooperazione. Le idee che nascono, come quelle premiate oggi, ci stanno dando ragione. Perché la forza della cooperazione è la forza dello stare insieme”. Sauro Longhi, rettore dell’Università Politecnica delle Marche, uno dei partner di Coopstartup Marche, rimarcando “l’interessante incontro fra cooperazione e innovazione”, ha detto che “da questo periodo di trasformazione usciremo solo con l’intraprendenza e la creatività dei giovani. Il nostro ateneo c’è e mette a disposizione lo spazio e le competenze per fare crescere queste idee”.

 

Due i destinatari del bando di Coopstartup Marche: gli aspiranti imprenditori in forma cooperativa, un gruppo di minimo tre persone di cui una almeno residente nelle Marche e la maggioranza di età inferiore ai 35 anni; le cooperative costituite da meno di tre anni con sede legale o operativa nelle Marche che intendano sviluppare un nuovo progetto imprenditoriale caratterizzato dal fattore innovazione.

 

Cinque le business idea premiate per creare nuove imprese cooperative: Artemista per le produzioni artistiche e di piccola oggettistica per animali domestici attraverso l’utilizzo di materiali di recupero e l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate; Gbench per la produzione di panchine tecnologicamente evolute per la sosta, la produzione di energia sostenibile e diverse funzionalità innovative modulari; La Biologica per la produzione di birra biologica, produzione di alimenti bio e vegan e distribuzione attraverso il canale dei centri fitness; MedLab per i sistemi mobili informatizzati per la misurazione dei parametri di rilevanza clinica delle patologie motorie agli arti inferiori e di supporto all’esame diagnostico; Zero Tractor per la creazione di sistemi robotizzati su rotaie aeree per i trattamenti fitosanitari e la gestione dei vigneti.

 

Due, invece, sono le cooperative riconosciute da Coopstartup Marche per il fattore innovazione nelle loro attività: Alma Consulting per la gestione di hotel per le vacanze in ambiente alberghiero protetto, dedicate al sollievo di persone disabili e dei loro famigliari; Terra per la produzione e la commercializzazione di prodotti agricoli e florovivaistici, con l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate.

 

Per i sette progetti selezionati, Coopstartup Marche prevede attività di supporto e di accompagnamento per lo sviluppo dell’attività imprenditoriale; un contributo, a fondo perduto, di 5 mila euro per le spese previste per la costituzione delle nuove cooperative; la possibilità di un finanziamento fino al 50% degli investimenti e fino a un massimo di 150 mila non assistiti da garanzie sia per le nuove coop sia per quelle già attive a cui si aggiunge il primo anno di assistenza completa da parte di Marche Servizi (contabilità, paghe, consulenza del lavoro) ad un prezzo agevolato di 1.000 euro, networking e l'adesione gratuita alla Centrale cooperativa per il primo anno.

 

Coopstartup Marche è realizzato insieme ad una rete di partner che comprende l’Università Politecnica delle Marche, già impegnata nella promozione di imprese innovative, Marche Servizi, il centro di assistenza di Legacoop Marche, Confidicoop Marche, il consorzio intersettoriale per l’accesso al credito di cooperative e pmi, eCapital, il concorso per la presentazione di idee imprenditoriali innovative, Generazioni Marche, il coordinamento dei giovani cooperatori “under 40” di Legacoop Marche.

 

GUARDA LA GALLERY DELLE IMMAGINI



SUGLI STESSI ARGOMENTI: Legacoop Marche, Coopfond, Coopstartup Marche




bots

LEGACOOP MARCHE - Ancona | Cod. Fiscale 80003990423
È vietata la riproduzione dei testi pubblicati nel sito