ARTICOLI SULL'ARGOMENTO: WELFARE

POLITICHE DEL WELFARE CENTRALI PER COESIONE E SVILUPPO DELLE MARCHE

Un confronto per riaffermare il valore strategico delle politiche di welfare per la coesione e lo sviluppo della regione Marche. Nell’incontro, che si è svolto nella sede di Legacoop Marche, le Centrali cooperative, il Terzo settore i e i sindacati hanno concordato sulla centralità della rete dei servizi ai cittadini, della cooperazione sociale, del volontariato e dell’associazionismo per le proprie risorse di professionalità, competenze imprenditoriali e di cittadinanza attiva.

CONTINUA A LEGGERE >>


ACCORDO CENTRALI COOPERATIVE – SINDACATI SUI TEMI DEL LAVORO E DELLO SVILUPPO COOPERATIVO

Un accordo sui temi del lavoro e dello sviluppo cooperativo, un documento per costruire una traiettoria comune a favore dell’occupazione e dei lavoratori nelle cooperative e della cooperazione.

CONTINUA A LEGGERE >>


POLITICHE DEL WELFARE CENTRALI PER COESIONE E SVILUPPO DELLE MARCHE

Un confronto per riaffermare il valore strategico delle politiche di welfare per la coesione e lo sviluppo della regione Marche. Nell’incontro, che si è svolto nella sede di Legacoop Marche, le Centrali cooperative, il Terzo settore i e i sindacati hanno concordato sulla centralità della rete dei servizi ai cittadini, della cooperazione sociale, del volontariato e dell’associazionismo per le proprie risorse di professionalità, competenze imprenditoriali e di cittadinanza attiva.

CONTINUA A LEGGERE >>


PESARO: LABIRINTO INAUGURA FONDAZIONE NOI:DOMANI E IL CENTRO MARGHERITA

Due grandi eventi per la cooperativa sociale Labirinto di Pesaro: l’apertura, nel capoluogo, della Fondazione Noi:Domani, con l’Associazione Insieme onlus, e l’inaugurazione del nuovo Centro diurno per le demenze senili Margherita a Fano (Pu).

CONTINUA A LEGGERE >>


FANO: MARGHERITA, IL CENTRO DIURNO PER LE DEMENZE SENILI

Si inaugura alle 16.30, in via San Michele 36/b a Fano (Pu), il Centro diurno per le demenze senili “Margherita”. E’ una struttura all'avanguardia in Italia, costruita con un investimento dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Fano, che sarà rappresentata alla cerimonia dal presidente Fabio Tombari, su un terreno del Comune di Fano, sarà presente il sindaco Stefano Aguzzi, e assegnata in gestione alla cooperativa sociale Labirinto, che sarà rappresentata dal presidente Gianfranco Alleruzzo. All’inaugurazione interverrà il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca.

CONTINUA A LEGGERE >>


PESARO: LABIRINTO INAUGURA FONDAZIONE NOI:DOMANI E IL CENTRO MARGHERITA

Due grandi eventi per la cooperativa sociale Labirinto di Pesaro: l’apertura, nel capoluogo, della Fondazione Noi:Domani, con l’Associazione Insieme onlus, e l’inaugurazione del nuovo Centro diurno per le demenze senili Margherita a Fano (Pu).

CONTINUA A LEGGERE >>


WELFARE: E’ ORA DI UNA LEGGE REGIONALE

E’ tempo che la Regione Marche si doti di una legge regionale per un sistema regionale integrato dei servizi sociali in attuazione della legge 328 del 2000. Per le Centrali cooperative regionali Agci, Confcooperative, Legacoop Marche, i sindacati Cgil, Cisl, Uil Marche e il Forum del Terzo settore serve una legge che sia occasione di rilancio del welfare regionale, che faccia sua la ricchezza e la qualità delle norme regionali di settore finora prodotte, frutto di discussioni fortemente partecipate e dai contenuti avanzati, che non possono e non devono essere abrogate o compresse in pochi articoli. La legge regionale deve essere l’opportunità per elaborare una normativa “di sistema”, capace di scioglierne i principali nodi realizzando le condizioni per costruire sul territorio un sistema di welfare moderno, universalistico e capace di rispondere ai bisogni sociali che la crisi ha contribuito ad acuire, dando finalmente piena e autentica attuazione alla legge 328.

CONTINUA A LEGGERE >>


WELFARE: E’ ORA DI UNA LEGGE REGIONALE

E’ tempo che la Regione Marche si doti di una legge regionale per un sistema regionale integrato dei servizi sociali in attuazione della legge 328 del 2000. Per le Centrali cooperative regionali Agci, Confcooperative, Legacoop Marche, i sindacati Cgil, Cisl, Uil Marche e il Forum del Terzo settore serve una legge che sia occasione di rilancio del welfare regionale, che faccia sua la ricchezza e la qualità delle norme regionali di settore finora prodotte, frutto di discussioni fortemente partecipate e dai contenuti avanzati, che non possono e non devono essere abrogate o compresse in pochi articoli. La legge regionale deve essere l’opportunità per elaborare una normativa “di sistema”, capace di scioglierne i principali nodi realizzando le condizioni per costruire sul territorio un sistema di welfare moderno, universalistico e capace di rispondere ai bisogni sociali che la crisi ha contribuito ad acuire, dando finalmente piena e autentica attuazione alla legge 328.

CONTINUA A LEGGERE >>


INSIEME AD UNIURB PER LA RICERCA NEL WELFARE

Insieme per la ricerca e la formazione nel welfare. E’ questo l’obiettivo della convenzione siglata, ad Urbino, da Legacoop Marche insieme alle Centrali Agci e Confcooperative Marche, i sindacati Cgil e Cisl, Ambiti territoriali sociali della Provincia di Pesaro e Urbino, Centro servizio volontariato regionale, con il Desp-Dipartimento di economia società e pubblica dell’Università di Urbino. L’accordo si basa sulla collaborazione fra questi soggetti per le attività di ricerca e di formazione nella prospettiva dell’intervento di ricerca-azione, con lo scopo di analizzare il sistema territoriale di politiche e servizi sociali e socio-educativi per elaborare indicazioni di miglioramento tenendo conto dell’attuale contesto di crisi socioeconomica, dei vincoli di bilancio e di crescita dei bisogni sociali.

CONTINUA A LEGGERE >>


INSIEME AD UNIURB PER LA RICERCA NEL WELFARE

Insieme per la ricerca e la formazione nel welfare. E’ questo l’obiettivo della convenzione siglata, ad Urbino, da Legacoop Marche insieme alle Centrali Agci e Confcooperative Marche, i sindacati Cgil e Cisl, Ambiti territoriali sociali della Provincia di Pesaro e Urbino, Centro servizio volontariato regionale, con il Desp-Dipartimento di economia società e pubblica dell’Università di Urbino. L’accordo si basa sulla collaborazione fra questi soggetti per le attività di ricerca e di formazione nella prospettiva dell’intervento di ricerca-azione, con lo scopo di analizzare il sistema territoriale di politiche e servizi sociali e socio-educativi per elaborare indicazioni di miglioramento tenendo conto dell’attuale contesto di crisi socioeconomica, dei vincoli di bilancio e di crescita dei bisogni sociali.

CONTINUA A LEGGERE >>


WELFARE: IL CONSIGLIO REGIONALE AZZERA I FONDI DELLA COOPERAZIONE SOCIALE DI TIPO B

“È con sconcerto che apprendiamo che la delibera dell’Assemblea legislativa regionale del 7 ottobre 2014 n. 171 intende far fronte ad esigenze finanziare legate ad aspetti sanitari tramite la riduzione di fondi dedicati a temi sociali molto sensibili, quali il sostegno ai disabili, il supporto all’occupazione dei lavoratori svantaggiati della cooperazione d’inserimento lavorativo e il sostegno alle associazioni di promozione sociale”. Lo sostiene l’Alleanza delle Cooperative Italiane delle Marche, il coordinamento regionale composto dalle Centrali cooperative Agci, Confcooperative e Legacoop.

CONTINUA A LEGGERE >>


INSIEME PER IL WELFARE

Insieme per il welfare. Le Centrali cooperative regionali Agci, Confcooperative, Legacoop Marche, i sindacati Cgil, Cisl, Uil Marche e il Forum del Terzo settore hanno una posizione unitaria sulla proposta di legge per il sistema regionale dei servizi sociali a tutela della persona e della famiglia, che ha appena iniziato il cammino in V commissione Salute dell’Assemblea legislativa delle Marche. “Abbiamo fatto un grosso passo avanti nel lavoro condiviso – commenta Franco Alleruzzo, presidente di Legacoop Marche – e nella proposta degli emendamenti alla proposta di legge e nei contenuti unitari che abbiamo chiesto di inserire nel testo”.

CONTINUA A LEGGERE >>


INSIEME PER IL WELFARE

Insieme per il welfare. Le Centrali cooperative regionali Agci, Confcooperative, Legacoop Marche, i sindacati Cgil, Cisl, Uil Marche e il Forum del Terzo settore hanno una posizione unitaria sulla proposta di legge per il sistema regionale dei servizi sociali a tutela della persona e della famiglia, che ha appena iniziato il cammino in V commissione Salute dell’Assemblea legislativa delle Marche. “Abbiamo fatto un grosso passo avanti nel lavoro condiviso – commenta Franco Alleruzzo, presidente di Legacoop Marche – e nella proposta degli emendamenti alla proposta di legge e nei contenuti unitari che abbiamo chiesto di inserire nel testo”.

CONTINUA A LEGGERE >>


WELFARE: IL CONSIGLIO REGIONALE AZZERA I FONDI DELLA COOPERAZIONE SOCIALE DI TIPO B

“È con sconcerto che apprendiamo che la delibera dell’Assemblea legislativa regionale del 7 ottobre 2014 n. 171 intende far fronte ad esigenze finanziare legate ad aspetti sanitari tramite la riduzione di fondi dedicati a temi sociali molto sensibili, quali il sostegno ai disabili, il supporto all’occupazione dei lavoratori svantaggiati della cooperazione d’inserimento lavorativo e il sostegno alle associazioni di promozione sociale”. Lo sostiene l’Alleanza delle Cooperative Italiane delle Marche, il coordinamento regionale composto dalle Centrali cooperative Agci, Confcooperative e Legacoop.

CONTINUA A LEGGERE >>


LEGACOOPSOCIALI MARCHE: GIUDIZIO POSITIVO SU NUOVA LEGGE SERVIZI SOCIALI

E’ un giudizio positivo quello espresso da Legacoopsociali Marche sul testo di legge “Sistema regionale integrato dei servizi sociali a tutela della persona e della famiglia”, approvato martedì dall’Assemblea legislativa delle Marche. Nella proposta finale, votata in aula, sono state recepite anche le proposte della cooperazione come il riconoscimento, tra i soggetti sociali di riferimento, delle cooperative sociali e del forum del terzo settore e l’eliminazione delle gare al massimo ribasso.

CONTINUA A LEGGERE >>


LEGACOOPSOCIALI MARCHE: GIUDIZIO POSITIVO SU NUOVA LEGGE SERVIZI SOCIALI

E’ un giudizio positivo quello espresso da Legacoopsociali Marche sul testo di legge “Sistema regionale integrato dei servizi sociali a tutela della persona e della famiglia”, approvato dall’Assemblea legislativa delle Marche. Nella proposta finale, votata in aula, sono state recepite anche le proposte della cooperazione come il riconoscimento, tra i soggetti sociali di riferimento, delle cooperative sociali e del forum del terzo settore e l’eliminazione delle gare al massimo ribasso.

CONTINUA A LEGGERE >>


WELFARE: MANCANO ALL’APPELLO 15 MILIONI NEL BILANCIO REGIONALE

Nel bilancio regionale 2015 mancano all’appello 15 milioni di euro, risorse vitali anche per la sopravvivenza del welfare delle Marche. Per questo, l’Alleanza delle Cooperative Italiane delle Marche, il coordinamento composto da Agci, Confcooperative, Legacoop, insieme al Forum del Terzo settore, ha manifestato oggi davanti alla sede della Regione Marche ad Ancona.

CONTINUA A LEGGERE >>


WELFARE: TAVOLA ROTONDA COOSS SUL PROGETTO ADRI HEALTH MOB

"La sfida del welfare moderno: la tele-assistenza per un nuovo eWelfare domiciliare avanzato e integrato" sarà il tema della tavola rotonda organizzata da Cooss martedì 30 giugno, alle 9 al SeePort Hotel di Ancona. L'incontro, parte del progetto Adri Health Mob, avrà l'obiettivo di aprire la discussione sul servizio domiciliare, ovvero sulle nuove frontiere della domiciliarità avanzata e assistita, allargando fino al concetto di benessere, di rete integrata di servizi, di domotica, e di tracciare idealmente le coordinate per mettere a punto un’offerta innovativa di tele-assistenza domiciliare avanzata e integrata.

CONTINUA A LEGGERE >>


WELFARE: TAVOLA ROTONDA COOSS SUL PROGETTO ADRI HEALTH MOB

"La sfida del welfare moderno: la tele-assistenza per un nuovo eWelfare domiciliare avanzato e integrato": è stato questo il tema della tavola rotonda organizzata da Cooss al SeePort Hotel di Ancona. L'incontro, parte del progetto Adri Health Mob, ha avuto l'obiettivo di aprire la discussione sul servizio domiciliare, ovvero sulle nuove frontiere della domiciliarità avanzata e assistita, allargando fino al concetto di benessere, di rete integrata di servizi, di domotica, e di tracciare idealmente le coordinate per mettere a punto un’offerta innovativa di tele-assistenza domiciliare avanzata e integrata.

CONTINUA A LEGGERE >>


WELFARE: ACI SOCIALI MARCHE CHIEDE INCONTRO A REGIONE SU TARIFFE ASSISTENZA RESIDENZIALE

L’Alleanza delle Cooperative Italiane per le Sociali delle Marche ha chiesto un incontro alla Regione Marche sull’applicazione della DGR 1331 del 25 novembre 2014 sulle tariffe per l’assistenza residenziale e semiresidenziale. “Il tempo trascorso dalla emanazione delle delibera ad oggi – si legge nel documento inviato alla Regione - ci permette di evidenziare alcuni elementi e fatti avvenuti, o attesi, ma non avvenuti, che condizionano l'attuale situazione, rendendola complicata e di difficile comprensione. Questo tempo, sempre dichiarato urgente ma poi nella pratica frammentato, lento, confuso, ha fatto crescere grandi tensioni, ha evidenziato scarsa consapevolezza di ciò che sta accadendo, ha creato disinformazione, scelte precipitose, un vociare che ha creato panico, soprattutto tra le famiglie e gli operatori”.

CONTINUA A LEGGERE >>


RIGENERARE IL WELFARE: ASSEMBLEA DI LEGACOOPSOCIALI MARCHE

“Rigenerare il welfare. La visione della cooperazione sociale”: sarà questo il tema dell’assemblea regionale delle cooperative sociali di Legacoop Marche che si svolgerà giovedì 3 dicembre, alle 15, nel Ridotto del Teatro delle Muse ad Ancona. Sarà un confronto sull’evoluzione del welfare nella regione, sui nodi e sulle prospettive di sviluppo a cui interverranno Fabio Grossetti, responsabile settore Sociale di Legacoop Marche, Amedeo Duranti, presidente del Comitato regionale Legacoopsociali Marche, Paolo Venturi, direttore Aiccon-Associazione italiana per la promozione della cultura della cooperazione e del non profit, e Luca Ceriscioli, presidente della Regione Marche. Seguirà la tavola rotonda “Rigenerare il welfare”, che sarà moderata da Angela Genova, Dipartimento Economia sociale e politica dell’Università di Urbino, e a cui parteciperanno Gianfranco Alleruzzo, presidente Legacoop Marche, Alberto Alberani, responsabile Legacoopsociali Emilia Romagna, Alessandro Marini, direttore generale Asur Marche, Giovanni Santarelli, dirigente Politiche sociali Regione Marche, Roberto Ghiselli, segretario regionale Cgil Marche. Durante l’assemblea, si svolgerà l’elezione del Comitato regionale sociali di Legacoop Marche.

CONTINUA A LEGGERE >>


WELFARE: ALLERUZZO, BENE RIPRISTINO FONDI SOCIALE DA PARTE DELLA REGIONE MARCHE

“Dalle parole ai fatti. Eravamo certi che l’impegno preso dal presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, e dal suo governo per il ripristino dei fondi per il welfare arrivasse in breve tempo a destinazione. E così è stato. Soddisfazione per il risultato raggiunto è, perciò, il nostro commento a questa azione concreta per il sociale e per tutta la comunità della nostra regione. Attendiamo ora di valutare il provvedimento nel suo complesso per analizzare le destinazioni delle risorse”. Il presidente di Legacoop Marche, Franco Alleruzzo, si esprime così sul provvedimento della Giunta regionale che ha assegnato 64 milioni di euro ai Comuni per finanziare i servizi sociali del 2015.

CONTINUA A LEGGERE >>


RIGENERARE IL WELFARE: ASSEMBLEA DI LEGACOOPSOCIALI MARCHE

“Rigenerare il welfare. La visione della cooperazione sociale”: sarà questo il tema dell’assemblea regionale delle cooperative sociali di Legacoop Marche che si svolgerà giovedì 3 dicembre, alle 15, nel Ridotto del Teatro delle Muse ad Ancona. Sarà un confronto sull’evoluzione del welfare nella regione, sui nodi e sulle prospettive di sviluppo a cui interverranno Fabio Grossetti, responsabile settore Sociale di Legacoop Marche, Amedeo Duranti, presidente del Comitato regionale Legacoopsociali Marche, Paolo Venturi, direttore Aiccon-Associazione italiana per la promozione della cultura della cooperazione e del non profit, e Luca Ceriscioli, presidente della Regione Marche. Seguirà la tavola rotonda “Rigenerare il welfare”, che sarà moderata da Angela Genova, Dipartimento Economia sociale e politica dell’Università di Urbino, e a cui parteciperanno Gianfranco Alleruzzo, presidente Legacoop Marche, Alberto Alberani, responsabile Legacoopsociali Emilia Romagna, Alessandro Marini, direttore generale Asur Marche, Giovanni Santarelli, dirigente Politiche sociali Regione Marche, Roberto Ghiselli, segretario regionale Cgil Marche. Durante l’assemblea, si svolgerà l’elezione del Comitato regionale sociali di Legacoop Marche.

CONTINUA A LEGGERE >>


SOCIALE: ALLERUZZO, BENE RIPRISTINO FONDI DA PARTE DELLA REGIONE MARCHE

“Dalle parole ai fatti. Eravamo certi che l’impegno preso dal presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli, e dal suo governo per il ripristino dei fondi per il welfare arrivasse in breve tempo a destinazione. E così è stato. Soddisfazione per il risultato raggiunto è, perciò, il nostro commento a questa azione concreta per il sociale e per tutta la comunità della nostra regione. Attendiamo ora di valutare il provvedimento nel suo complesso per analizzare le destinazioni delle risorse”. Il presidente di Legacoop Marche, Franco Alleruzzo, si esprime così sulla decisione della Giunta regionale di assegnare 64 milioni di euro ai Comuni per finanziare i servizi sociali del 2015.

CONTINUA A LEGGERE >>


RIGENERARE IL WELFARE: ASSEMBLEA DI LEGACOOPSOCIALI MARCHE

“Rigenerare il welfare. La visione della cooperazione sociale”: sarà questo il tema dell’assemblea regionale delle cooperative sociali di Legacoop Marche che si svolgerà giovedì 3 dicembre, alle 15, nel Ridotto del Teatro delle Muse ad Ancona. Sarà un confronto sull’evoluzione del welfare nella regione, sui nodi e sulle prospettive di sviluppo a cui interverranno Fabio Grossetti, responsabile settore Sociale di Legacoop Marche, Amedeo Duranti, presidente del Comitato regionale Legacoopsociali Marche, Paolo Venturi, direttore Aiccon-Associazione italiana per la promozione della cultura della cooperazione e del non profit, e Luca Ceriscioli, presidente della Regione Marche. Seguirà la tavola rotonda “Rigenerare il welfare”, che sarà moderata da Angela Genova, Dipartimento Economia sociale e politica dell’Università di Urbino, e a cui parteciperanno Gianfranco Alleruzzo, presidente Legacoop Marche, Alberto Alberani, responsabile Legacoopsociali Emilia Romagna, Alessandro Marini, direttore generale Asur Marche, Giovanni Santarelli, dirigente Politiche sociali Regione Marche, Roberto Ghiselli, segretario regionale Cgil Marche. Durante l’assemblea, si svolgerà l’elezione del Comitato regionale sociali di Legacoop Marche.

CONTINUA A LEGGERE >>


WELFARE: LE PROPOSTE DI ACI MARCHE SUL CORRIERE ADRIATICO

Le proposte dell'Alleanza delle Cooperative delle Marche per "rigenerare il welfare" oggi sul "Corriere Adriatico": per un sistema dei servizi in grado di rispondere alle esigenze dei cittadini, per tutelare i posti di lavoro dei cooperatori e delle cooperatrici sociali, per una regione solidale e accogliente, per un’economia all’altezza delle sfide della globalizzazione e per continuare ad investire nella coesione sociale delle nostre
comunità.

CONTINUA A LEGGERE >>


WELFARE: LE PROPOSTE DI ACI MARCHE SUL CORRIERE ADRIATICO

Le proposte dell'Alleanza delle Cooperative delle Marche per "rigenerare il welfare" sul "Corriere Adriatico": per un sistema dei servizi in grado di rispondere alle esigenze dei cittadini, per tutelare i posti di lavoro dei cooperatori e delle cooperatrici sociali, per una regione solidale e accogliente, per un’economia all’altezza delle sfide della globalizzazione e per continuare ad investire nella coesione sociale delle nostre
comunità.

CONTINUA A LEGGERE >>


WELFARE: ALLEANZA COOPERATIVE MARCHE, SUPERIAMO GARE D'APPALTO PER SERVIZI SOCIALI

Il welfare delle Marche ha bisogno di una nuova modalità di affidamento dei servizi sociali, che superi la consuetudine delle gare d'appalto e che punti sulla qualità del servizio offerto agli utenti e ai cittadini. Di come arrivare a questo traguardo, si è parlato a Senigallia (An), all'Istituto Panzini, nell'incontro "Affidamento dei servizi e cooperazione sociale: superare le gare d'appalto nei servizi sociali e di cura alla persona".

CONTINUA A LEGGERE >>


WELFARE: ALLEANZA COOPERATIVE MARCHE, SUPERIAMO GARE D'APPALTO PER SERVIZI SOCIALI

Il welfare delle Marche ha bisogno di una nuova modalità di affidamento dei servizi sociali, che superi la consuetudine delle gare d'appalto e che punti sulla qualità del servizio offerto agli utenti e ai cittadini. Di come arrivare a questo traguardo, si è parlato a Senigallia (An), all'Istituto Panzini, nell'incontro "Affidamento dei servizi e cooperazione sociale: superare le gare d'appalto nei servizi sociali e di cura alla persona".

CONTINUA A LEGGERE >>


WELFARE: ALLEANZA COOPERATIVE MARCHE, SUPERIAMO GARE D'APPALTO PER SERVIZI SOCIALI

Il welfare delle Marche ha bisogno di una nuova modalità di affidamento dei servizi sociali, che superi la consuetudine delle gare d'appalto e che punti sulla qualità del servizio offerto agli utenti e ai cittadini. Di come arrivare a questo traguardo, si è parlato a Senigallia (An), all'Istituto Panzini, nell'incontro "Affidamento dei servizi e cooperazione sociale: superare le gare d'appalto nei servizi sociali e di cura alla persona".

CONTINUA A LEGGERE >>


WELFARE: LE COOP SOCIALI CHIEDONO INCONTRO A CERISCIOLI SU TRASFORMAZIONI SETTORE

Mancanza di coordinamento e d’integrazione nelle politiche sociali e bisogno di professionalità che sappiano sviluppare progetti per i bandi europei destinati al sociale per portare così nelle Marche risorse comunitarie anche in questo settore. "Sulle trasformazioni delle politiche sociali è necessario confrontarsi - scrive Amedeo Duranti, presidente del Comitato delle cooperative sociali di Legacoop Marche, chiedendo un incontro al presidente della Regione, Luca Ceriscioli -, lo domandiamo come sistema della cooperazione sociale che ha contribuito, in questi anni difficili, al mantenimento e all'evoluzione del sistema dei servizi del welfare della nostra regione. Un impegno quotidiano di migliaia di cittadini marchigiani che hanno scelto di dedicare la propria professionalità al servizio della parte più fragile della collettività".

CONTINUA A LEGGERE >>


WELFARE: LE COOP SOCIALI CHIEDONO INCONTRO A CERISCIOLI SU TRASFORMAZIONI SETTORE

Mancanza di coordinamento e d’integrazione nelle politiche sociali e bisogno di professionalità che sappiano sviluppare progetti per i bandi europei destinati al sociale per portare così nelle Marche risorse comunitarie anche in questo settore. "Sulle trasformazioni delle politiche sociali è necessario confrontarsi - scrive Amedeo Duranti, presidente del Comitato delle cooperative sociali di Legacoop Marche, chiedendo un incontro al presidente della Regione, Luca Ceriscioli -, lo domandiamo come sistema della cooperazione sociale che ha contribuito, in questi anni difficili, al mantenimento e all'evoluzione del sistema dei servizi del welfare della nostra regione. Un impegno quotidiano di migliaia di cittadini marchigiani che hanno scelto di dedicare la propria professionalità al servizio della parte più fragile della collettività".

CONTINUA A LEGGERE >>


WELFARE: ACI GIOVANI MARCHE INCONTRA IL MINISTRO POLETTI

"Integrare e rigenerare gli strumenti che tengono insieme pubblico e privato sociale, costruendo un meccanismo condiviso. È questa la strada giusta perché nelle leggi possiamo mettere delle risorse ma non siamo in grado di essere così aderenti alle condizioni e ai bisogni locali". Il percorso per lavorare su "Welfare, cooperazione e territorio" lo ha tracciato il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Giuliano Poletti, intervenendo all'iniziativa organizzata dall'Alleanza delle Cooperative Italiane Giovani Marche, insieme all'Aci Marche, nell'auditorium comunale “Giovanni Tebaldini” di San Benedetto del Tronto (Ap).

CONTINUA A LEGGERE >>


WELFARE: ACI GIOVANI MARCHE INCONTRA IL MINISTRO POLETTI

"Integrare e rigenerare gli strumenti che tengono insieme pubblico e privato sociale, costruendo un meccanismo condiviso. È questa la strada giusta perché nelle leggi possiamo mettere delle risorse ma non siamo in grado di essere così aderenti alle condizioni e ai bisogni locali". Il percorso per lavorare su "Welfare, cooperazione e territorio" lo ha tracciato il ministro del Lavoro e delle Politiche sociali, Giuliano Poletti, intervenendo all'iniziativa organizzata dall'Alleanza delle Cooperative Italiane Giovani Marche, insieme all'Aci Marche, nell'auditorium comunale “Giovanni Tebaldini” di San Benedetto del Tronto (Ap).

CONTINUA A LEGGERE >>