RINASCITA: COOPERATIVE FANO AL CENTRO E OPERA VINCONO BANDO CENTRI COMMERCIALI NATURALI

RINASCITA: COOPERATIVE FANO AL CENTRO E OPERA VINCONO BANDO CENTRI COMMERCIALI NATURALI

Settore: COOPERATIVE

19 mag 2021

La cooperativa di comunità Fano al centro e la cooperativa sociale Opera si sono guadagnate il primo posto del bando regionale “Centri commerciali naturali” aggiudicandosi un finanziamento di 67 mila euro. Il bando, in collaborazione con Confesercenti e Comune di Fano, prevede una serie di azioni volte al rilancio del centro storico di Fano.

 

Il progetto "Orientering Fano E-asy Commerce al Centro" ha visto la sinergia tra “Fano al Centro”, cooperativa innovativa costituita da 14 commercianti del centro storico impegnati a dar vita ad iniziative imprenditoriali di rivitalizzazione economica, culturale e sociale del centro cittadino, e la cooperativa sociale Opera, che è storicamente parte dell’ecosistema urbano in quanto progetta e gestisce diversi snodi per iniziative culturali e di socializzazione. La città beneficerà di un progetto i cui principali attori protagonisti sono cooperative aderenti a Legacoop Marche.

"Siamo orgogliosi che la cooperazione sia in prima fila per il rilancio anche delle città, in questo caso particolare di Fano - commenta il presidente di Legacoop Marche, Gianfranco Alleruzzo -, un nuovo esempio di come le cooperative siano soggetti a forte rilevanza sociale oltre che economica. I cooperatori, infatti, si impegnano nell'essere protagonisti del cambiamento e della trasformazione creando azioni per nuove opportunità di lavoro, di crescita, di servizi e, in questa iniziativa, di un percorso per riattivare un centro storico".

All’amministrazione comunale di Fano saranno destinati 15 mila euro che verranno impiegati per finanziare l’installazione di una nuova segnaletica promozionale, all’interno del perimetro urbano, con un investimento di circa 26 mila euro. Gli altri 52 mila euro verranno ripartiti tra le 14 attività commerciali che hanno sostenuto o sosterranno impegni per 110 mila euro. Questi 110 mila euro, oltre a interventi e miglioramenti estetici delle attività stesse, una parte serviranno a lanciare una fidelity card che fidelizzerà i consumatori stimolandoli a ritornare nei punti vendita del centro urbano.