CENTRO ITALIA RELOAD: BANDO PER NUOVE COOPERATIVE NEL CRATERE DEL SISMA

CENTRO ITALIA RELOAD: BANDO PER NUOVE COOPERATIVE NEL CRATERE DEL SISMA

Settore: LEGACOOP MARCHE

8 nov 2017

Nuove cooperative per far ripartire l’Italia centrale colpita dal terremoto. Legacoop ha deciso di utilizzare 235 mila euro raccolti tra le associate per sostenere la nascita di nuove cooperative, di comunità ma non solo. Lo fa attraverso il bando Centro Italia Reload, riservato a nuove imprese cooperative nei 140 Comuni del cratere sismico dell’Italia centrale, di cui 87 nelle Marche.

 

"Il bando vuole sostenere, con due sezioni, progetti cooperativi per turismo, cultura, eccellenze agroalimentari e servizi - ha spiegato Fabio Grossetti, coordinatore Legacoop Marche, in una conferenza stampa che si è svolta alla Camera di Commercio di Ascoli Piceno -, la prima potrà contare su 100 mila euro ed è dedicata alla nascita di nuove cooperative di comunità o ad imprese costituite da cittadini e altri attori locali per il miglioramento della qualità della vita e l’interesse generale della collettività. I progetti selezionati beneficeranno di formazione e accompagnamento oltre ad un contributo economico fino a 25 mila euro". La seconda sezione è dedicata invece a nuove imprese cooperative. A disposizione ci sono 135 mila euro. Tra le proposte pervenute e valutate ammissibili, saranno selezionati progetti che beneficeranno di attività di formazione e accompagnamento della cooperativa, oltre al contributo economico fino a 10 mila euro per ciascuna cooperativa. Il bando si chiuderà il 31 dicembre per le nuove cooperative e il 31 gennaio 2018 per le cooperative di comunità.


"Questa è un'iniziativa con cui le nostre cooperative fanno nascere altre cooperative, che potrebbero addirittura essere in concorrenza - ha detto Gianfranco Alleruzzo, presidente di Legacoop Marche -, ma questa, per noi, è la più bella sfida che possiamo fare a favore di questo territorio anche perché vuol dire parlare della rete economica e solidale in cui questa forma d'impresa fa la differenza. Una rete in cui parlare di piccoli numeri si traduce in comunità e sostenibilità economica, sociale e ambientale". Del bando, Gino Sabatini, presidente della Camera di Commercio di Ascoli Piceno, ha detto che "è un progetto per le imprese che aspettano di ripartire, per i nostri territori che hanno bisogno di riemergere. Territori che si sono creati da soli, senza prendere un contributo ma che hanno perso tutto. Dobbiamo far sì che possano essere di nuovo vivibili, per continuare a valorizzare le professionalità che vi operano, nella cooperazione, nell'artigianato, nel commercio, nell'industria, ma soprattutto per far restare i giovani a vivere e lavorare qui".

 

"La cooperativa di comunità è un modello di innovazione sociale in cui i cittadini sono produttori e fruitori di beni e servizi - ha spiegato Paolo Scaramuccia, responsabile Cooperative di comunità Legacoop -, che parte anche dal bisogno di una comunità di non disgregarsi, una necessità che il terremoto, purtroppo, ha ancora più evidenziato. È un'opportunità per creare sinergia e coesione in una comunità, mettendo a sistema le attività di singoli cittadini, imprese, associazioni e istituzioni in vari settori come l'offerta di servizi sociali, energetici, ambientali, di ristorazione, turistici, sanitari".


Le proposte per il bando Centro Italia Reload saranno valutate per valore imprenditoriale, impatto sul territorio e capacità di fare rete, sviluppo e creazione di lavoro, innovazione tecnologica. Entro il 30 gennaio 2018 la Commissione di valutazione selezionerà i progetti vincitori della sezione “Nuove imprese cooperative”, entro il 28 febbraio 2018 i quattro progetti tra le “Cooperative di Comunità”. Per informazioni, approfondimenti e supporto è possibile contattare le sedi regionali di Legacoop.
Legacoop Marche, Via Dottor Sandro Totti, 10 – 60131 Ancona (AN)
Posta elettronica: info@legacoopmarche.coop

 

Il bando



SUGLI STESSI ARGOMENTI: Legacoop, Cooperative di comunità


bots

LEGACOOP MARCHE - Ancona | Cod. Fiscale 80003990423
È vietata la riproduzione dei testi pubblicati nel sito